Olanda: i semi di pomodoro e peperone importati saranno testati per ToBRFV

DATA:
26 Agosto 2020

VISUALIZZAZIONI:

137

La NVWA (autorità olandese per la sicurezza dei prodotti alimentari e dei prodotti di consumo) ha disposto che, a partire dallo scorso luglio, i lotti di semi di pomodoro e peperone importati siano testati a campione per il Tomato brown rugose fruit virus (ToBRFV).

In totale, verranno analizzati 200 lotti di cui 150 di semi di pomodoro e 50 di semi di peperone. Nel caso in cui le sementi risultassero positive al virus, verranno gestite in base alle norme per il contenimento del ToBRFV. Qualora ne risultassero esenti, potranno ottenere un “certificato” di esportazione.

Le attuali misure di emergenza dell’UE contro il ToBRFV saranno presto rafforzate e si prevede che gli stati membri arriveranno a testare il 20% dei semi di pomodoro e peperone importati.

Fonte: Hortidaily.com

Foto: Lars Nissen from Pixabay

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


Ho letto e accetto la privacy policy*

ARGOMENTI
Cronologia
febbraio 2019
28 Febbraio 2019

Incontro informativo. I virus del pomodoro: la prevenzione è la miglior difesa

Centro Congressi Davide Failla - Vittoria (RG)

febbraio 2018
23 febbraio 2018

La gestione del pomodoro in coltura protetta

Primo convegno Road to quality Vittoria (RG)

novembre 2017
9 Novembre 2017

II° Symposium sul Pomodoro

Vittoria (CT) - Italia

maggio 2017
9-11 Maggio 2017

Macfrut 2017

Rimini Expo Centre Rimini (RN) - Italia

aprile 2017
5 Aprile 2017

Convegno “Tracciabilità e innovazione, gli strumenti per un’orticoltura di successo”

San Mauro Pascoli (FC) - Italia

marzo 2017
16 marzo 2017

Convegno “Tracciabilità e innovazione, gli strumenti per un’orticoltura di successo”

Bergamo (BG) - Italia